mercoledì 21 gennaio 2015

Fette biscottate aromatizzate all'arancia

Di solito a inizio anno si fa una lista di buoni propositi e di progetti da realizzare, di cattive abitudini da eliminare e un bilancio dell’anno appena trascorso. Per me, come ho già scritto qui l’inizio del nuovo anno coincide con la rentrée come dicono i francesi. Gli anni della scuola sono lontani, ma io sono .. rimasta lì, a disegnare i miei impegni futuri su un taccuino immaginario – nemmeno poi tanto, dato il numero elevato di liste che compilo – che inizia a settembre e termina ad agosto dell’anno dopo. Però è inevitabile i primi giorni di gennaio rivolgere un piccolo pensiero all’anno che si è appena concluso e sperare in quello che è iniziato.
Dopo una fine d’anno trascorsa molto tranquillamente – cena in un posto lontanissimo dalla città con pochi amici davanti a un grande camino acceso in jeans e maglione pesante – il primo gennaio sono stata la prima a scendere in cucina per la colazione. Mentre aspettavo gli altri con una tazza di caffè e due biscotti avvolta da un silenzio perfetto ho ripensato all’anno appena trascorso.
L’impressione è che sia stato un anno di tempo inutilmente perso a correre dietro a cose poco importanti, le più urgenti forse, ma non quelle davvero importanti. A mezzanotte del 31 ho acceso una stellina e espresso un po’ di desideri, ma quanti desideri si possono esprimere con una sola stellina scintillante? Uno? Più di uno? O forse uno molto importante ed altri secondari ….chi lo sa. L’importante, credo, è non smettere mai di fare progetti, esprimere desideri e pensare a realizzare qualcosa di nuovo, di qualunque genere sia. Qualcosa si realizzerà, qualcosa certamente no, ma io non potrei restare ferma dove sono.
E comunque: il primo gennaio mentre tutti dormivano e io speravo di veder scendere qualche fiocco di neve – cosa che non è successa – ho messo in ordine un po’ di pensieri sparpagliati, cose lievi e cose più importanti che vorrei fare quest’anno.
E dato che qui l’argomento è ‘cucina & Co.’, questi sono due dei miei buoni propositi per il 2015. Mettere in ordine (subito) gli scaffali della cucina prima che tazze da thé, taglia biscotti e aggeggi vari prendano il sopravvento. E poi sperimentare ogni settimana almeno una nuova ricetta.
Ho letto che si acquistano tanti libri di cucina, si sfogliano e poi raramente si provano più di due ricette per ogni libro. Per quanto mi riguarda è abbastanza vero. Ho un elenco lunghissimo di ricette da provare raccolte qua e là, da libri, riviste e blog di cucina, passate da amiche su foglietti scritti a mano in pausa pranzo o inviate via mail dopo una cena particolarmente riuscita.
Queste fette biscottate erano in lista da un po' di tempo. Le ho aromatizzate con la buccia di arancia, ispirandomi a quelle che piacciono ai miei genitori e che a casa non mancano mai. Servitele a colazione con marmellata di frutta non molto dolce, oppure spalmatele con un velo sottile di burro salato e accompagnatele con un tè nero non troppo forte per il pomeriggio o infine assaggiatele con una dose abbondante di crema di cioccolata per una pausa molto golosa.
Se non le consumate subito conservatele in un barattolo di vetro. Passate solo un attimo nel tostapane tornano croccanti e friabili.


FETTE BISCOTTATE AROMATIZZATE ALL’ARANCIA




Ingredienti per uno stampo da pancarré 35 x 10

160 gr di farina di farro
260 gr di farina 00
10 gr di lievito di birra fresco
120 gr di acqua (potrebbe non servire tutta)
90 ml di latte fresco intero
40 ml di miele di acacia
30 gr di albume di uovo
30 gr di burro
5 gr di sale fino
2 arance bio (serve solo la buccia grattugiata)


Sciogli il lievito in 50 gr di acqua appena tiepida tolta dal totale dell’acqua e lascia riposare dieci minuti.
In una ciotola mescola le due farine dopo averle setacciate.
Unisci il composto di acqua e lievito alle farine e inizia a impastare aggiungendo tutto il latte e gradualmente tutta l’acqua necessaria ad ottenere un impasto morbido ma lavorabile (l’acqua potrebbe non servire tutta, dipende da quanta ne assorbe la farina).
Dopo qualche minuto aggiungi l’albume e appena è incorporato tutto il miele.
Impasta ancora e quando l’impasto inizia a diventare liscio e compatto inserisci il sale. Lascialo assorbire continuando ad impastare.
Da ultimo aggiungi il burro in piccoli pezzetti e la scorza grattugiata delle due arance.
Impasta fino ad ottenere una pasta liscia e morbida.
Metti a lievitare la pasta in una ciotola appena unta di olio e copri con pellicola alimentare.
Lascia riposare per 45 minuti.
Nel frattempo fodera con carta da forno lo stampo da pancarré (va bene anche uno stampo da plum cake) nel quale cuocerai il pane.
Trascorso il tempo di riposo, riprendi la pasta, forma un filoncino e sistemalo nella teglia da pan carré.
Copri e lascia lievitare fino al raddoppio (almeno due ore).
Quando l'impasto è ben lievitato accendi il forno a 180 gradi.
Inforna il pane in forno già caldo e cuoci coperto per 30/35 minuti (copri con un foglio di alluminio se utilizzi uno stampo da plum cake che non ha il suo coperchio). Negli ultimi 5 minuti rimuovi il coperchio in modo da far dorare la superficie del pane.
Estrai dal forno, togli il pane dalla teglia e lasciala raffreddare su una gratella da pasticceria.
Lascia raffreddare completamente, meglio se una decina di ore, prima di affettare.
Quando il pane è ormai freddo taglialo in fette spesse 1 cm circa.
Disponi le fette su una teglia foderata di carta da forno.
Fai scaldare il forno a 140 gradi, appena è caldo mette le fette in forno in modo da farle asciugare e biscottare bene da entrambi i lati.
Si conservano per una settimana in un contenitore di vetro.


EASY: a merenda per i bambini spalmate di ricotta e spolverate di zucchero.



CHIC: colazione per niente dietetica della domenica mattina spalmate di miele e guarnite con un poco di  panna montata.



22 commenti:

  1. Antonella io ho smesso con i buoni propositi... fondamentalmente ogni anno ne ho uno solo: quello di dimagrire e puntualmente lo diserto con ignominia.... Che tristezza! Ah ma quest'anno faccio sul serio, eh! (Mi pare che l'ho detto anche l'anno scorso e quello prima, ma non importa!)
    Bellissime queste fette biscottate, immagino che profumo! Un bascione tesoro bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Patty, si dovrei smettere anche io con i buoni propositi, forse sarebbe più saggio!! Ti abbracio forte. Ciao!!

      Elimina
  2. Bellissimo post ... che la stellina possa far avverare i tuoi desideri pricipali e secondari :-)
    Bellissime le fette, sono perfette!!!!
    Complimenti!!!
    Ciao, a presto ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anisja, ogni anno afido qualcosa a una stellina luccicante, anche se non sempre funziona. Baci e a presto!!

      Elimina
  3. ....caspita ma quanto ti son venute bene!
    E poi profumate all'arancia...devon essere davvero molto golose!
    Non parliamo dei buoni propositi, ne ho una lista infinita ma tanto già so come andrà a finire....però ogni volta, all'inizio di ogni nuovo anno, non resisto, ne devo scrivere comunque una nuova...sono strana lo so e contorta...spero tu abbia capito, eheheheh
    baci e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simo... si ho capito benissimo! Anche io faccio così e ogni anno cado nello stesso errore: allungo la lista dei desideri. Ti abbraccio forte e grazie!

      Elimina
  4. Ti sono venute benissimo!!!!! Riguardo ai buoni propositi.....ti assicuro che è meglio vivere giorno per giorno e programmare le proprie giornate dopo la colazione del mattino, magari con queste tue bellissime fette biscottate! Un salutone Susy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, grazie di essere passata. Io ho la fissazione di fare programmi.... dovrei seguire consigli più saggi. Baci e a presto.

      Elimina
  5. Mi piace l'idea di una ricetta nuova a settimana, per quanto riguarda i buoni propositi ...io avevo deciso di rimettermi a dieta....ma ieri ho fatto le castagnole!
    Favolose queste fette te le copio!
    Baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, anche io avevo deciso che non avrei mangiato dolci per tutto il mese di gennaio, ma per ora... proposito NON rispettato. Sarà che cucinare è troppo divertente! Baci e grazie.

      Elimina
  6. Qualunque sia il tuo sogno, ti auguro con il cuore di realizzarlo!
    Complimenti per queste fette biscottate, sono davvero ben riuscite e immagino quanto sono buone <3 un bacio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marghe! Un bacio grande anche a te.

      Elimina
  7. Sembrano appena uscite da un forno professionale, bellissime!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giuliana e scusa se rispondo così tardi. A presto!

      Elimina
  8. queste fette biscottate sono proprio un bello spettacolo!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, grazie. Sono facilissime da fare, la prima volta che le ho fatte pensavo che fosse molto più complicato, in realtà è come fare il pane. A presto!

      Elimina
  9. Accipicchia come sono belle queste fette biscottate,un vero capolavoro! Direi che questa volta ti sei proprio superata. E poi le fette aromatizzate all'arancia sono anche le mie preferite. Non credo di potermi cimentare in ricette ancora cosi' sofisticate ma prima o poi mi buttero'. Un grandissimo abbraccio e cimplimenti anche per le foto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carrie, sei carissima. Oh ma guarda che sono facilissime, sono sicura che se ci provi ti verranno perfette. Baci e a presto!

      Elimina
  10. Che brava!! Sono davvero bellissime e sicuramente buonissime!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, grazie. A me sono piaciute e poi sono molto divertenti da fare. A presto!

      Elimina
  11. Ciao Antonella :) Mi pare di averti già detto, la scorsa volta, che la penso come te.. anche per me l'anno comincia a settembre ma come giustamente dici è inevitabile a gennaio fare qualche bilancio. Non c'è limite ai desideri, quindi esprimine più che puoi e credici.. vedrai che si avvereranno :) <3 Queste fette biscottate sono bellissime, posso immaginare la bontà! Non le ho mai realizzate, mi piacerebbe provare! Complimenti e un abbraccio grande, buona serata :) :**

    RispondiElimina
  12. Ciao Valentina, hai ragione non c'è limite ai desideri, quindi tanto vale tentare! Baci e grazie.

    RispondiElimina