lunedì 16 febbraio 2015

Ciambelle al forno zuccherate

Ci sono solo due cose che mi piacciono del Carnevale: le maschere del Carnevale di Venezia e alcuni dei dolci che si preparano per martedì grasso. Non sono stata molte volte a Venezia in questo periodo o almeno non quante avrei voluto, ma ogni volta sono rimasta incantata dalla bellezza dei costumi che si vedono sfilare per le strade. Spesso non si riesce a capire nemmeno se dietro la maschera si celi un uomo o una donna, tutti sembrano muoversi con una grazie e una leggerezza unica, nonostante gli abiti dai lunghi strascichi, i pesanti mantelli di velluto, le maschere che lasciano scoperti gli occhi e poco altro. E’ come tuffarsi per un momento nella Venezia di qualche secolo fa, ritrovandosi in un quadro di Canaletto. Sarà che adoro Venezia, la considero una delle più belle città del mondo, non solo per i suoi monumenti, ma per gli angoli nascosti che si trovano girando senza meta per le calli. Da qui non sono troppo distante e a Venezia sono stata tante volte, ma ogni ‘gita’ mi porta a scoprire qualcosa di nuovo. Lo so che concentrarsi sui particolari in una città che offre Piazza San Marco e tutto il resto sia difficile, ma a me piace scoprire le piccole finestre che sembrano ricamate nella pietra, i rari giardini che si intravedono oltre i portoni, i riflessi dei palazzi nell’acqua.
Ma tornando al Carnevale: in questo periodo si preparano alcuni dolci buonissimi, cenci fritti, bomboloni e krapfen con la crema, ciambelline fritte ricoperte di zucchero. Non amo friggere, lo faccio raramente e un po’ mal volentieri, ma per martedì grasso non rinuncio a preparare un piatto di cenci fritti e ciambelle perché la tradizione è la tradizione. Quest’anno ho fatto una piccola variazione: invece di friggere anche le ciambelle ho provato questa ricetta tratta dal blog ciliegina sulla torta, ciambelle morbidissime soffici e golose cotte in forno. Rispetto alla ricetta originaria ho ridotto la dose di burro (tra parentesi ho indicato le dosi originarie) e utilizzato lievito di birra fresco (mentre la ricetta prevede quello disidratato). L’impasto non è dolcissimo (a me i dolci troppo dolci non piacciono, quindi per me è perfetto): rendetele ‘dolci a piacere’ con una spolverata più o meno abbondante di zucchero semolato e/o zucchero a velo. Mangiate tiepide sono deliziose, da fredde sono migliori se inzuppate in qualcosa di caldo: cioccolato, latte o un tè nero aromatizzato alla cannella.


CIAMBELLE AL FORNO ZUCCHERATE




Ingredienti per una quindicina di ciambelle:

1 uovo a temperatura ambiente
225 ml di latte intero tiepido
60 gr di zucchero semolato
180 gr di farina ‘00’
270 gr di farina manitoba
10 gr di lievito di birra fresco (7 gr di lievito di birra disidratato nella ricetta originale)
50 gr di burro a temperatura ambiente (100 gr nella ricetta originale)
i semi di 1/2 bacca di vaniglia
1 pizzico di sale

per decorare:
zucchero a velo
zucchero semolato

Versa nella planetaria l’uovo leggermente battuto, lo zucchero, il latte (tranne qualche cucchiaio), i semi della bacca di vaniglia e un pizzico di sale.
Mescola bene utilizzando il gancio K.


Sciogli il lievito di birra nel latte che hai tenuto da parte.
Aggiungi all’impasto nella planetaria i 2/3 della farina e il lievito sciolto nel latte.
Impasta a bassa velocità fino a quando l’impasto diventa omogeneo.
Sostituisci il gancio K con quello per impastare e aziona la planetaria a velocità medio-bassa.
(Si può anche fare tutto il procedimento impastando a mano: ho provato, ci vuole un po’ di energia, ma vengono ugualmente molto bene, forse solo leggermente meno soffici).
Aggiungi il burro in piccoli pezzi, un pezzetto per volta, ed impasta fino a quando l’impasto non avrà assorbito tutto il burro.
Aggiungi la farina rimasta un po’ alla volta: potrebbe non servire tutta, l’obiettivo è quello di ottenere un impasto morbido non troppo appiccicoso.
Quando l’impasto è pronto, mettilo sulla spianatoia leggermente infarinata e lavoralo brevemente a mano fino a quando non si attaccherà più alle mani.
Trasferisci l’impasto in una ciotola unta con poco olio di oliva, copri con pellicola e lascia lievitare in un luogo tiepido fino al raddoppio (io ho impiegato quasi due ore).
Trascorso il tempo della lievitazione, preleva l’impasto dalla ciotola e stendilo ad uno spessore di circa 1 cm.
Ricava le ciambelle con l’aiuto di due taglia pasta di diametro diverso e sistemale ben distanziate su una teglia rivestita di carta forno.
Copri con un canovaccio e fai lievitare ancora fino a quando saranno raddoppiate di volume (circa 30 minuti).
Nel frattempo accendi il forno a 200 gradi.
Quando le ciambelle sono lievitate, cuocile in forno già caldo per circa 8 minuti (nel mio forno) fino a quando sono leggermente dorate.
Quando sono cotte, estrai dal forno le ciambelle, spennellale con una miscela di poca acqua e zucchero a velo (nella ricetta originale burro fuso) e cospargile con una dose abbondante di zucchero semolato.


EASY: servile per la merenda di carnevale appena tiepide spolverate con una dose abbondante di zucchero a velo e poca poca cannella in polvere.



CHIC: colazione della domenica. Con lo stesso impasto prepara delle piccole trecce da servire a colazione cosparse di granella di zucchero. Servile con marmellata di arance e una tazza di cioccolata bollente.


37 commenti:

  1. una ricetta molto interessante da proporre per il carnevale

    RispondiElimina
  2. Antonella pensa che io a Venezia per il carnevale non ci sono mai stata... però mi piacerebbe tantissimo. Che buone le ciambelline!!!! Complimenti cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patty, grazie di essere passata! Un bacio grande.

      Elimina
  3. Ciao Antonella, come stai? Io a Venezia per il Carnevale non ci sono mai stata e ti dirò che mi manca molto...Non sono proprio amante di questa festa, ma la magia di Venezia in questi giorni è palpabile e dev'essere davvero un'esperienza unica. Mi piace tanto la tua ricetta per queste ciambelle...hanno un aspetto favoloso!! Complimenti e a presto, Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mary, anche io non amo particolarmente il Carnevale, ma come dici tu Venezia in questi giorni ha un'atmosfera speciale: grazie del tuo commento e a presto!

      Elimina
  4. Anche su di me il carnevale di Venezia ha suscitato un fascino scenografico: ero bambina e vedevo questi costumi opulenti e meravigliosi, da teatro, da film. Restavo ammalliata e conquistata da tanto colore, eleganza, sfarzo! E ovviamente avevo voluto un paio di maschere di ceramica da appendere accanto al mio lettino :)
    Le tue ciambelle sono ottime per me, che non amo friggere!! Le provo senza dubbio!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marghe, si anche io trovo che friggere sia piuttosto noioso, e lo faccio solo una volta l'anno due al massimo (peccato perchè alcune cose fritte mi piacciono molto)! Grazie di essere passata. Ti abbraccio.

      Elimina
  5. Non ho mai avuto la fortuna di assistere al carnevale di Venezia, peccato, ma non è detto che non succederà mai!! In compenso mi piace molto il modo in cui descrivi la tua ricerca degli angoli nascosti delle città, dei particolari che si possono scovare solo se hai un occhio attento e un cuore che ha voglia di emozionarsi per queste cose!! io nel frattempo ti faccio i complimenti anche per queste ciambelle, mi piace l'idea che si possano realizzare al forno!! a presto, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Silvia, hai ragione mai dire mai, poco a poco il tempo si trova per tutto. Ti abbraccio forte e grazie!!

      Elimina
  6. Che bontà!!!! Al forno poi, anche leggere!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuliana, anche a me è piaciuta molto l'idea di poter fare al forno queste ciambelline che non perdono niente della loro morbidezza. Grazie e a presto!

      Elimina
  7. quanto vorrei vedere una volta nelle mia vita il carnevale di Venezia, deve essere super!!!!!cosi' come le tue ciambelle, troppo buone!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sabrina, Venezia a me piace sempre molto, a Carnvale sembra proprio di essere in un'altra epoca. C'è sempre moltissima gente ma se riesci a far finta di niente è davvero molto bello. Grazie di essere passata. Baci!

      Elimina
  8. Favolose!!! devono essere morbidissime, una nuvola di bontà!!!! bellissima la presentazione, complimenti!!!!
    Ciao, a presto ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anisja la ricetta non è mia quindi posso dire che sono davvero buone e divertenti da preparare. grazie del tuo commento. A presto.

      Elimina
  9. Il carnevale di Venezia per una vicentina come me e' un appuntamento imperdibile. Ma amo Venezia tutto l'anno. Fantastiche le ciambellone al forno !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina, eh si tu sei proprio vicinissima, sono d'accordo con te Venezia è bellissima sempre anche con la nebbia, con la pioggia, davvero sempre. Grazie e a presto!

      Elimina
  10. ciao Antonella, io Venezia ce l'ho a portata di mano, ma non amo molto il caos, quindi al carnevale non ci vado mai, però i dolci di carnevale mi piacciono moltissimo, comprese le tue deliziose ciambelline!!! sono bellissime! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao SImona, si hai ragione c'è un bel caos nei giorni di Carnevale. Io che di solito non amo la folla faccio un'eccezione per il Canevale di Venezia del quale amo moltissimo l'atmosfera. Cerco di ignorare le centinaia di persone che mi stanno intorno e mi gusto lo spettacolo. Baci e grazie!

      Elimina
  11. che bello, se non sono fritte mi salvo la ricettuzza.... ;P
    le adoro già!
    ...bacioni cara!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Simo, si, si niente frittura, per questo sono piaciute moltissimo anche a me. Baci e grazie!

      Elimina
  12. Ciao Antonella, che ciambelline invitanti! Questo tipo di dolce mi piace molto di più quando è cotto al forno, mi segnerò anche la ricetta con le tue indicazioni per ridurre il burro... A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jessica, anche io ero incuriosita da queste ciambelline fatte in forno e mi sono piaciute molto... non solo per il Carnevale! Grazie di essere passata. A presto!

      Elimina
  13. ma dai al forno...per cui quasi light, da provare!!!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, sono in tale ritardo con la risposta che dovrei solo chiedere scusa!
      Baci e grazie di essere passata.

      Elimina
  14. come darti torto...la bontà dei dolci di Carnevale è irrinunciabile...le ciambelle io mai preparate ma mi attrezzo per farle anche se Carnevale è finito!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, anche a te chiedo scusa per il ritardo con cui rispondo. Anche io ho fatto queste ciambelle anche fuori dal Carnevale, trovo che per la colazione siano molto buone. Grazie e a presto!

      Elimina
  15. Risposte
    1. Ciao Roberta, grazie e perdona il ritardo!

      Elimina
  16. La tua proposta chic mi ha steso, domenica voglio assolutamente fare colazione così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sono imperdonabile più di una settimana di ritardo, ma febbraio è stato un mese ... così! Ti abbraccio e grazie. A presto!

      Elimina
  17. Questa ricetta e' fantastica...eccezionale per chi deve ancora smaltire gli eccessi del Natale...scommetto che sono magnifiche!!!! Oltre alla voglia di tentare queste ciambelle mi hai fatto venire la voglia di fare un salto a Venezia,che controcorrente lo so, e' una citta' che non amo per niente. Intanto ti abbraccio con affetto. I complimenti ormai sono inclusi.....sei davvvero bravissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carrie, ci devi proprio andare allora a Venezia, vedrai che ti ricredi, è davvero bellissima. Un bacio e grazie!

      Elimina
  18. mmm che delizia queste ciambelle!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    buon week end

    RispondiElimina
  19. mmm che delizia queste ciambelle!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    buon week end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Azzurra, grazie di essere passata da Cioccomela. A presto!

      Elimina