martedì 16 aprile 2013

Gnocchetti di ricotta con sugo di radicchio rosso e noci

Una delle caratteristiche di Torino che mi piace davvero tanto sono i negozi di specialità alimentari. Ce ne sono tanti, fornitissimi, ovunque. Negozi di pasta fresca che preparano delizie di ogni tipo, tagliolini (che qui si chiamano tajarin, credo, ma io non riuscirò mai a pronunciarlo nel modo giusto, quindi rinuncio e li chiamo tagliolini come si usa in Toscana), minuscoli ravioli e tortelli più grandi. Gastronomie che hanno intere vetrine di piatti già pronti, dalle verdure marinate, all’insalata di polpo e patate fino al bonet, il dolce tipico piemontese, una specie di crème caramel con amaretti e cioccolato (mi perdonino i veri piemontesi per le mie descrizioni). Ammetto che nelle gastronomie preferisco guardare che acquistare, a me piace cucinare da sola, ma mi diverto a vedere questi grandi vassoi colorati pieni di cose buone, anche per prendere qualche ispirazione. Ma tra tutti i negozi, le mie preferite sono le formaggerie (pasticcerie escluse, ma quello è un discorso a parte .. le pasticcerie e le cioccolaterie di Torino sono incredibilmente golose). Ne ho una, in particolare, dove davvero comprerei tutto. Ha una quantità di formaggi mai vista, tutti freschissimi e di ottima qualità, dai formaggi francesi più introvabili ai semplici formaggi di alpeggio che da queste parti sono davvero buoni. Uno dei formaggi che mi piace di più è la ricotta, quella semplice di mucca è quella che preferisco (da piccola la mangiavo spalmata sul pane e cosparsa di zucchero), ma nel ‘mio’ negozio ne hanno varie qualità, inclusa una ricotta che chiamano ‘piemontese’ (credo che sia una specie di seirass) molto cremosa che si usa nella preparazione dei dolci, che prima di venire qui non avevo mai assaggiato. Alla ricotta non resisto e a volte mi faccio prendere la mano ed esagero con gli acquisti, così ho alcune ‘ricette di riciclo’ che mi servono per smaltire .. gli eccessi. Dopo aver preparato decine e decine di zuccotti (uno dei dolci della mia infanzia, lo zuccotto toscano di ricotta ‘bianco e nero’), ho trovato anche alcune ricette salate, come gli gnocchetti che presento oggi. La prima volta che li ho fatti temevo che messi in pentola nell’acqua bollente si sarebbero disfatti completamente .. invece devo dire che resistono bene, li ho fatti già tante volte e non mi è mai successo. Con gli gnocchi non si sa mai (o almeno io non so mai) cosa riuscirò a tirar fuori dalla pentola e mettere nel piatto.


GNOCCHETTI DI RICOTTA CON SALSA AL RADICCHIO E NOCI

 



Ingredienti per 4 persone:


600 gr di ricotta di mucca (io la chiamo ricotta romana)
150 gr di farina ‘00’
40 gr di parmigiano grattugiato
2 tuorli d’uovo
3 rametti di maggiorana
noce moscata (se piace)
sale

Per il sugo di radicchio:
una palla di radicchio rosso di Chioggia
una piccola cipolla rossa di Tropea
30 gherigli di noce
olio extra vergine di oliva
pepe nero (se piace)

Prepara intanto gli gnocchi.

Metti la ricotta in una ciotola con un pizzico di sale, una grattata generosa di noce moscata (se la usi) e il parmigiano e lavorala con un cucchiaio di legno.
Aggiungi sul composto di ricotta la farina setacciata e amalgama fino ad ottenere un composto omogeneo.
Aggiungi i tuorli uno alla volta, metti il secondo solo quando il primo sarà ben amalgamato. Da ultimo inserisci nel composto le foglie di maggiorana lavate e asciugate.
Impasta velocemente con le mani su un piano infarinato, forma una palla e lasciala risposare mezz’ora, coperta da una ciotola di vetro.
Mentre la pasta riposa prepara il sugo.
Lava la cipolla e affettala sottilmente. Lava il radicchio e taglialo in strisce non troppo minute.
Tosta i gherigli di noci spezzettati grossolanamente in una padellina antiaderente.
Fai insaporire la cipolla in una padella con olio extra vergine di oliva.
Quando la cipolla comincia a diventare trasparente aggiungi il radicchio rosso e lascia stufare a fiamma alta pochi minuti. Tieni da parte.
Trascorso il tempo di riposo dell’impasto, prepara gli gnocchi, suddividendo l’impasto in lunghi cilindri che taglierai a tocchetti formando gli gnocchi.
Via via che sono pronti mettili a riposare su un tagliere o un canovaccio pulito leggermente cosparsi di farina.
Cuoci gli gnocchi in acqua bollente salata, quattro o cinque minuti dall’ebollizione e scolali con un mestolo forato quando vengono in superficie.
Prepara ogni piatto disponendo sul fondo gli gnocchi, sopra un po’ di sugo di radicchio, una manciata di gherigli di noce tostati, un filo di olio extravergine di oliva e se lo usi pochissimo pepe nero macinato al momento.

Con questa ricetta partecipo al contest HAPPINESS IS HOMEMADE di THE DREAMING SEED


EASY:  conditi così sono quasi un piatto unico, da servire a cena, seguiti da verdure alla griglia e (in questa stagione) una generosa coppetta di fragole.

 



 
CHIC: prepara solo gli gnocchi e non il sugo. Falli piuttosto piccoli e servili come primo piatto, non asciutti, ma come accompagnamento di una crema di verdure (piselli e porri, ma anche un minestrone estivo). In questo caso ne bastano cinque, sei al massimo a porzione.

29 commenti:

  1. Ciao Antonella :) Che bello, sai che non sono mai stata a Torino? Che vergogna, eh? Devo rimediare al più presto! Questi gnocchi sono ottimi, mi piacciono tantissimo e il suggerimento chic è fantastico... prendo nota ;) Complimenti e grazie, un abbraccio forte :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina, io abito a Torino da pochi anni, la trovo una città molto piacevole. Se ti capita di venire.. ti aspetto!! Bacie grazie di essere passata.

      Elimina
  2. Antonella hai raccontato quello che io vedevo a Bologna... mamma mia c'erano dei negozi spettacolari... Ma lo sai che sti gnocchetti sono proprio da provare? Mi intrigano, devono essere buonissimi! Un bascio cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patty, si anche qui negozi di specialità alimentari spettacolari.. per non parlare delle pasticcerie, una più buona dell'altra e io sono MOLTO golosa di cioccolato. Una tentazione continua. Baci e grazie!

      Elimina
  3. A vedere la foto del "prodotto" finito devono essere veramente gustosi. La cucina così intesa è veramente un'arte e appena mi avranno montato la cucina nella nuova casa proverò ad imitarti ma ... sono sicuro che non potranno mai venire come i tuoi, sono troppo perfetti !

    Roger

    RispondiElimina
  4. Ciao Roger, questi gnocchetti sono molto facili da fare, se ci riesco io! Auguri per la nuova casa!! A presto e grazie di essere passato da qui.

    RispondiElimina
  5. Anto, piacere di conoscerti e du potermi unire al tuo delizioso blog! Sei Toscana? Anche io, e anche io adoro Torino e i suoi negozi di gastronomia, i suoi formaggi, le sue tradizioni gastronomiche.
    Questi gnocchetti mi piacciono un sacco ma non potrò metterli nel contest perchè il regolamento prevede massimo trenta minuti di preparazione, e loro con il riposo sforano! :(
    Mi spiace!
    Che fai, ne pensi un'altra?!?
    Grazie comunque, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, scusa non mi ero accorta del limite di tempo.Provo a pensare ad un'altra ricetta. Intanto grazie e a presto. P.S.Si sono Toscana, sono nata a Siena. CIAO!!

      Elimina
    2. Io Grosseto :)
      Grazie a te, e scusa :)

      Elimina
  6. Che Deliceto!

    http://couturetrend.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jessica, adoro il tuo blog! A presto.

      Elimina
  7. anche io adoro la ricotta ma prediligo quella di pecora. Deliziosi questi gnocchetti!
    bacioni
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, si è buonissima anche quella di pecora. In Toscana ne mangio spesso una mista pecora e mucca, buonissima anche quella. Baci e grazie di essere passata!

      Elimina
  8. Gnocchi di ricotta?! mai fatti mi sembrava qualcosa di più complicato, ma con la tua ottima ricetta li prendo seriamente in considerazione un bacione buon WE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ka, questi sono facilissimi, provali se avrai voglia, riescono sempre. Baci e a presto!

      Elimina
  9. Se ven muy hermosos y deliciosos una receta digna de copiar,abrazos y abrazos.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosita! Ti abbraccio. A presto!

      Elimina
  10. Complimenti per la ricetta e il blog.Ti seguo con piacere. A presto.
    www.dolciarmonie.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Veronica, benvenuta! Sono venuta a curiosare nel tuo blog.. delizioso! Mi troverai tra i tuoi lettori. A presto!

      Elimina
  11. questi gnocchetti mi invogliano proprio all'assaggio, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, grazie di essere passata da qui. Ti abbraccio. A presto!

      Elimina
  12. Ciao bello il tuo blog e quante ideucce tutte da copiare. Mi sono unita ai tuoi sostenitori così ti avrò sempre a portata di click. se ti va fallo anche tu. Francesca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesa, benvenuta. Sono venuta subito a ricambiare la visita.. il tuo blog ha dei dolci fantastici! Mi troverai tra i tuoi lettori. A presto.

      Elimina
  13. Una proposta gustosissima e invitante!!! Complimenti e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di essere passata!! A presto!

      Elimina
  14. ciao Antonella, un primo è veramente invitante ;)

    RispondiElimina
  15. Davvero invitante.. la voglio provare presto!

    RispondiElimina
  16. Beh, assolutamente da provare..... e per quanto riguarda Torino, mi piace molto quando incontro qualcuno che sappia apprezzare la bellezza della mia città di origine. Io la trovo una delle città più belle d'Italia!!

    RispondiElimina