giovedì 30 ottobre 2014

Confettura di pere e zenzero

L’autunno è iniziato da più di un mese ormai, ma non ho ancora avuto il modo di ‘festeggiare’ adeguatamente l’arrivo di questa stagione che a me piace moltissimo. Mi piace quando le giornate sono fredde e soleggiate, ma anche quando c’è quella pioggia sottile che dà a tutto un’indefinibile aria grigetta. Mi piace perché fa buio presto e posso trascorrere un intero pomeriggio in casa a cucinare senza rimpianti perché fuori c’è un bellissimo sole e potrei andare a passeggiare o in bicicletta. Oppure decido di rimanere in casa tutta la domenica, al caldo con un bel libro e una tazza di tè avendo come unico obiettivo quello di trascorrere un’intera giornata in relax.
Ci sono alcune cose che ‘fanno autunno’ e che sono per me imprescindibili:
1. una passeggiata nel bosco per fotografare alberi e foglie prima che spariscano i colori giallo rosso e arancio che ci sono adesso
2. preparare il pan co’ santi (ricetta qui) da accompagnare al tè nelle prossime feste di inizio novembre
3. utilizzare la zucca .. ovunque: per impastare il pane che diventa di un bellissimo colore giallo, per fare dei dolcetti tipo muffin, nelle minestre e nelle zuppe (qui e qui) e come decorazione in cucina o sulla tavola apparecchiata per la cena
4. andare almeno una volta a raccogliere le castagne, poi a casa si lessano con un pizzico di sale e semi di finocchio. Da noi fatte così si chiamano ‘ballotte’ e sono buonissime dopo cena da sbucciare lentamente chiacchierando al caldo
5. preparare marmellate di pere e mele – da aggiungere ai barattolini messi da parte quest’estate -  che sono tra le mie preferite e si possono profumare in tanti modi diversi.
E così ho fatto, ho dedicato un pomeriggio a questa ‘marmellata’.
Di solito preparo mele e menta oppure pere e vaniglia, quest’anno per cambiare ho scelto pere e zenzero. Io sono abituata a chiamarla marmellata, ma lo so che non va bene. La marmellata è solo quella di agrumi.
Pensavo che una delle differenze tra marmellata e confettura fosse anche nella proporzione tra zucchero e frutta, invece da varie notizie raccolte qua e là sembra di no: l’unica differenza è che la marmellata è necessariamente a base di agrumi, tutte le altre sono confetture. La proporzione tra zucchero e frutta distingue le confetture dalle composte – almeno ho capito così – perché le composte hanno una percentuale di zucchero più ridotta. Quindi a rigore, la mia sarebbe una ‘composta di pere e zenzero’, visto che io utilizzo una quantità di zucchero molto ridotta (300 gr di zucchero per ogni kilo di frutta ‘già pronta’). Questo perché non amo le cose troppo dolci. Così però i miei ‘barattolini’ si conservano per un periodo di tempo meno lungo, preferisco consumarli entro quattro/sei mesi, anche se abbondantemente sterilizzati.


CONFETTURA DI PERE E ZENZERO



Con questa dose ho ottenuto 5 barattolini da 250 ml


2,2 kg di pere Williams
60 gr zucchero di canna
il succo di 2 limoni
550 gr (circa) di zucchero semolato (da verificare con il peso della frutta prima di cuocere)
un pizzico generoso di zenzero macinato (ma dipende dai gusti)


Lava le pere, sbucciale, togli il torsolo e i semini e tagliale a fettine piccole e sottili.
Metti le pere affettate, lo zucchero di canna e il succo dei due limoni in una zuppiera, mescola bene in modo che le pere siano interamente rivestite di succo di limone e copri con pellicola alimentare.
Metti la zuppiera in frigorifero per un’intera notte (circa 10 ore).
Prima di riprendere a preparare la confettura, sterilizza i barattolini che vorrai utilizzare facendoli bollire in acqua per almeno 10 minuti. Poi lasciali asciugare su un canovaccio pulito.
Al termine di questa operazione, preleva dal frigorifero le pere, pesale insieme al loro succo e aggiungi zucchero semolato nella proporzione di 300 gr per ogni kilo di frutta e succo.
Io con questa quantità di pere ho ottenuto 1,9 kg di frutta e ho aggiunto 550 gr di zucchero semolato.
Mescola bene con un cucchiaio di legno in modo che lo zucchero si sciolga.
Metti la frutta con lo zucchero in una casseruola, aggiungi lo zenzero nella quantità che preferisci e fai cuocere la confettura a fuoco basso per circa un’ora, mescolando spesso.
Al termine della cottura, se la frutta non si è disfatta completamente, puoi utlizzare un frullatore a immersione per ottenere la consistenza desiderata.
Invasa la confettura nei barattolini sterilizzati in precedenza. Chiudi con tappi nuovi.
Lascia raffreddare i barattolini capovolti.
Esegui una seconda sterilizzazione facendo bollire i barattoli avvolti in canovacci puliti in una pentola piena d’acqua per 45 minuti.
Terminata la sterilizzazione, spengi e lascia raffreddare i barattoli all’interno della pentola.
Conserva la confettura al riparo dalla luce per sei mesi al massimo.


EASY: per una colazione un po’ speciale: una fetta di pane integrale leggermente tostata, spalmata con un velo di formaggio cremoso tipo philadelphia e sopra la confettura di pere e zenzero.





CHIC: piccolo regalo goloso per invito inaspettato. Confeziona un barattolino di ‘marmellata’ con un nastro colorato, accompagnalo con biscotti fatti in casa (.. ma anche no se non sono disponibili!) e portalo al posto della solita scatola di cioccolatini ad un’amica che ti ha invitato a cena.
 


15 commenti:

  1. Propenderei per la versione easy, le immagini sono invitanti .... la confettura deve essere fantastica, il dolce della pera con il frizzante dello zenzero ... che acquolina ... peccato che pratichi poco confetture e marmellate :-)
    Complimenti!!!!
    A presto ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anisja, hai ragione, la mia fornitrice ufficiale di marmellate fatte in casa è mia mamma e io mi limito a farne una decina di barattolini l'anno, quando finisco le scorte. Grazie e a presto!

      Elimina
  2. Nella mia dispensa non manca mai la confettura di pere zenzero, la preparo ogni anno, l'adoro!!!
    La tua ha una consistenza perfetta, chissà quante merende e colazioni golose ci farai... bravissima!!!
    bacioni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely, io l'ho fatta quest'anno per la prima volta e devo dire che mi è piaciuta molto.. ma io metterei lo zenzero un po' ovunque! Grazie e baci.

      Elimina
  3. Immagino quanto sia profumata questa confettura, buona buona!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuliana, a me le marmellate fatte in casa piacciono molto e le preferisco decisamente a quelle industriali, si avvicinano di più al mio gusto. Questa ha un gusto particolare, ma deve piacere lo zenzero.Grazie di essere passata e buon fine settimana!

      Elimina
  4. una confettura deliziosamente speciale...la vorrei qui per domani mattina con la tua colazione easy!
    buon we
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, grazie del tuo commento e scusa il ritardo della mia risposta. in questo periodo sono SEMPRE in ritardo! Baci e a presto.

      Elimina
  5. La pera sposa a meraviglia con lo zenzero...chissà che delizia la tua confettura! Anch'io voglio la tua colazione easy!! Bacioni, Mary

    RispondiElimina
  6. Ciao cara Mary, anche a mio parere pere e zenzero vanno molto d'accordo e poi io davvero lo zenzero lo metterei ( e lo metto) ovunque! A presto e baci.

    RispondiElimina
  7. Bellissima la confettura profumata di zenzero.... qui oggi piove, ma fino ad oggi ancora niente autunno, forse solo un pochino! Ti bascio forte forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cara Patty, qui siamo passati dalla primavera all'autunno saltando l'estate, purtroppo! Un bacio grande e a presto.

      Elimina
  8. un bell'abbinamento mi piace lo zenzero fresco perchè un po' pizzica sulla lingua

    RispondiElimina
  9. Ciao Gunther, anche a me lo zenzeropiace moltissimo, per quel gusto un pochino 'piccante' come dici tu e per quel vago sapore di limone. Lo metto ovunque! Grazie e a presto!

    RispondiElimina