lunedì 22 settembre 2014

Non ricetta # 6 - Mandorle salate home made

Sono molto abitudinaria, ho una ‘collezione’ di piccole abitudini – alcuni sono veri e propri vizi! – che cerco di conservare a tutti i costi. Una di queste è il tè al pomeriggio: qualunque sia l’ora in cui arrivo a casa non rinuncio a preparare una tazza di tè, magari non ho il tempo di prenderlo seduta comodamente, ma lo faccio sempre e lo bevo come posso, preparando la cena o facendo altri lavori .. necessari. Un’altra di queste abitudini-vizio è il relax goloso del dopo cena. E’ uno dei momenti più piacevoli della giornata: ho finito di fare tutto, cena, sistemazione cucina e tutto il resto e mi posso finalmente fermare. Il mio dopocena ideale è leggere uno dei miei tanti libri accoccolata sul divano con una tisana (bollente anche in piena estate.. mi piace così) e una mini golosità: un tartufo di coccolato o anche un semplice quadretto di cioccolata fondente, un piccolo pasticcino alla frutta.. poco più di un boccone insomma, qualcosa con cui concludere in bellezza la giornata, perché a mio parere una ‘coccola’ a fine giornata ci vuole sempre. Ultimamente mi sono ‘fissata’ con le mandorle salate – anche perché dopo gli stravizi estivi è meglio evitare per un po’ il dolce. Ne vado matta fin da quando ero piccola e da quando ho imparato a farle da sola (sono facilissime, specialmente se si acquistano mandorle già sgusciate e spellate) in casa non mancano mai. Sono d’aiuto nel caso in cui si debba preparare un aperitivo all’ultimo momento, tritate in modo grossolano possono insaporire un piatto di pasta, aggiunte ad una crema di formaggi si possono spalmare su pane integrale per comporre semplici tartine e sono ottime anche come golosità del dopo cena. Provare per credere!
Le quantità sono indicative, metto le dosi per 100 gr di mandorle, ma si possono fare più o meno salate a proprio gusto, si devono fare un po' di prove per ottenere 'il livello di salato' che piace di più. Io ho utilizzato un sale di Camargue a grana non troppo fine, ma solo perché mi piace ‘giocare’ con i diversi tipi di sale, va bene anche il sale fino.. certo più particolare è il sale che si sceglie di utilizzare, più buono è il gusto delle mandorle. 


MANDORLE SALATE HOME MADE




Ingredienti :

100 gr di mandorle già private del guscio e della pellicina scura
1 albume di uovo
4 cucchiaini di sale di Camargue (o altro sale a scelta)




Se le mandorle non sono già prive della pellicina scura, è necessario gettarle per qualche minuto in acqua bollente, scolarle e procedere (con pazienza!) alla eliminazione della buccia esterna. Io ho utilizzato mandorle già pelate.
Accendi il forno con la funzione grill a 160 gradi.
Copri con carta da forno una teglia, metti in teglia le mandorle già pelate in modo che non si sovrappongano e mettile in forno già caldo per 5 minuti per farle abbrustolire.
Trascorsi 5 minuti estrai la teglia, gira le mandorle in modo da farle abbrustolire anche dall’altra parte e rimetti in forno per 3 minuti.
Nel frattempo batti leggermente l’albume d’uovo, non deve diventare schiumoso solo appena emulsionato.
Estrai le mandorle dal forno, lasciale raffreddare qualche minuto in modo da poterle toccare con le mani e versale nell’albume sbattuto.
Mescola rapidamente con un cucchiaio per rivestirle bene di albume, quindi rimettile sulla stessa teglia, sempre non sovrapposte e passandole rapidamente tra le mani in modo da eliminare l’albume in eccesso (che altrimenti forma una sorta di glassatura bianca).
Spolvera le mandorle con il sale e rimetti sotto il grill (sempre a 160 gradi) per 6/7 minuti (dipende dal forno).
Sono pronte quando assumono un bel colore dorato e lucido.
Falle raffreddare prima di servire, sono molto più buone.
Si conservano anche una settimana in un barattolo di vetro.



EASY: basta un bicchiere di vino bianco frizzante e una dose generosa di mandorle salate per improvvisare un aperitivo all’ultimo momento.







CHIC:  puoi utilizzare questo sugo per condire delle penne integrali: pomodoro fresco tipo San Marzano pelato e frullato con olio extra vergine di oliva, abbondante basilico e un pizzico di peperoncino. Aggiungi alla salsa così ottenuta una manciata di mandorle salate tritate grossolanamente, aggiusta di sale e condisci la pasta. E’ buona anche fredda.

16 commenti:

  1. Vado pazza per le mandorle salate, mai fatte, quindi grazie per la non-ricetta :)
    bacioni, buona serata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely, anche a me piacciono da matti, hanno un solo difetto.. che quando inizio a mangiarle poi è difficile smettere! Grazie e baci.

      Elimina
  2. Antonella, abbiamo lo stesso "vizio" del tè nel pomeriggio...non potrei farne a meno! Anche a me piace bere la mia tisana bollente sai? Non ho mai fatto le mandorle salate, ma la tua ricetta è fantastica e ci proverò assolutamente!! Un bacio, Mary

    RispondiElimina
  3. Ciao Mary! Anche per me il tè al pomeriggio è indispensabile, è un 'rito' che ho da quando ero piccola e cerco di non rinunciarci mai. Grazie come sempre del tuo commento e BACI.

    RispondiElimina
  4. Ma che golosità... Di queste ne mangerei a decine, una dietro l'altra fino ad avere mal di pancia... Sono irresistibili :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jessica, scusa il ritardo, hai ragione le mandorle salate sono irresistibili ed è proprio vero che una tira l'altra! Grazie e a presto.

      Elimina
  5. che bello anche tu come me sei un pò english style in fatto di teatime! Fantastiche e sfiziosissime queste mandorle, perfette per l'aperitivo! copio!!!!!!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, si per me la 'pausa té' (che spesso pausa non è!!) è uno dei momenti più piacevoli della giornata. Grazie del tuo commento e baci!

      Elimina
  6. è un abitudine che si può piacevolmente condividere :-.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gunther, grazie del tuo commento e a presto!

      Elimina
  7. Anch'io!!!! Adoro le abitudini e la routine!!!! ^_^
    E queste mandorle sono proprio da provare!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, io sono molto abitudinaria fin da quando ero piccola.. ormai ho rinunciato a cambiare. Grazie e a presto!

      Elimina
  8. Buonissime! Le faccio anch'io con in più la paprica...Però non le tosto prima, le metto in forno direttamente dopo averle passate nell'albume! proverò la tua versione, comunque sono favolose :D Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona, che buona idea l'aggiunta della paprica... la prossima volta faccio questo esperimento. Grazie e baci.

      Elimina
  9. Ottima idea prepararle homemade, sicuramente saranno meno salate. Beh, il tè lal pomeriggio capita di rado, ma gli stuzzichini e la lettura di un buon libro non mancano mai! :)
    Un abbraccio, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Ti capisco molto bene, spesso il mio té al pomeriggio è una tazza di té bevuta quasi in piedi mentre preparo la cena.. ma non ci posso rinunciare! Grazie e a presto!

      Elimina