martedì 8 luglio 2014

Sformato di riso pomodori e melanzane

Sono convinta che ci sia differenza tra ‘pic nic’ e ‘pranzo al sacco’ o almeno nella mia personale visione è così. Per ‘pranzo al sacco’ intendo, per esempio, quello che si porta nello zaino durante una passeggiata in montagna o nel cestino della bicicletta in una lunga escursione a due ruote. In entrambi i casi lo scopo principale della giornata non è mangiare all’aperto: avere qualcosa di buono da sgranocchiare a ‘metà gita’ è solo una comodità. Ci si ferma un attimo, magari comodamente seduti su un prato, sotto un albero  o su una panchina all’ombra e si fa una breve ma golosa pausa-pranzo, al termine della quale si riprende il cammino. Non amo molto i panini per cui anche in queste occasioni mi piace avere qualcosa di diverso che sia facilmente trasportabile e non si rovini ben impacchettata e stipata in uno zainetto (come l’insalata di farro che ho messo qui). Ma il ‘pic nic’ è davvero un’altra cosa. In questo caso l’obiettivo è trascorrere un’intera giornata di relax all’aria aperta, non ci sono altri programmi (o almeno io non ne faccio) se non trovare un bel prato, distendere coperte e qualche morbido cuscino e passare il tempo a leggere un libro, chiacchierare e sfogliare riviste. Per me, insomma, l’idea del pic nic è associata a quella di una giornata da trascorrere pigramente, nella quale non deve assolutamente mancare qualcosa di buono per il pranzo (la scelta per un ‘pic nic’ è molto più ampia rispetto a quella di un ‘pranzo al sacco’) e qualcosa … anche per la merenda. Mi piacciono moltissimo i cestini da pic nic in vimini nei quali si possono trasportare senza rovinarle pietanze come questo sformato di riso e melanzane - che non arriverebbe ‘bello in forma’ per un pranzo al sacco -, spiedini di carne e pollo accompagnati da una salsina piccante e un’insalata fresca, piccole crostate con crema e frutta e immancabile, per quanto mi riguarda, un thermos con il tè che io bevo bollente anche in piena estate.
I pic nic più piacevoli che ricordo erano quelli che facevamo quando ero piccola intorno a Ferragosto nelle foreste del Casentino. Si partiva la mattina dopo colazione con cestini ricolmi di pietanze di ogni tipo e prima di mezzogiorno eravamo a destinazione. Noi bambini non avevamo la pazienza di aspettare che tutto fosse pronto e apparecchiato sull’erba così ci tenevano tranquilli con le ‘schiaccatine’ ovvero piccole focacce di pasta di pane che avevano una caratteristica forma ovale. Delizose. Il pranzo durava tantissimo e si prolungava fino all’ora di merenda. Certo non mangiavamo per 4 o 5 ore di seguito, ma lentamente, ognuno con i propri ritmi e senza seguire le abitudini del pasto a tavola. I ‘grandi’ erano ancora alla carne quando i ‘piccoli’ avevano quasi finito il dolce e si preparavano ad abbandonare la coperta e andare a giocare nei prati.



SFORMATO DI RISO CON POMODORI E MELANZANE



Ingredienti per 4 sformati  (io ho usato stampi in porcellana del diametro di 7 cm):

300 gr di riso tipo Carnaroli
2 melanzane (circa 400 gr. peso già pulite)
450 gr di pomodori tipo ‘datterini’
1 cipolla di Tropea
1 ciuffo di basilico
600 ml di brodo vegetale
mezzo bicchiere di vino bianco (io ho utilizzato un Sauvignon)
olio extra vergine di oliva
sale
pepe (se lo usi)
mezzo peperoncino piccante fresco (se lo usi)

Scalda il forno a 200 gradi, con la funzione grill.
Lava, pulisci e affetta le melanzane (io le affetto e le cuocio con la buccia), in modo da ottenere delle fette di circa mezzo cm di spessore.
Ricopri con carta da forno una teglia e spennella con abbondante olio extravergine di oliva.
Disponi le melanzane sulla teglia, spennella anche loro con olio e sala leggermente.
Metti le melanzane a grigliare nel forno, dopo 5 minuti verifica che non si stiano bruciando e girale per farle colorire anche dall’altra parte. Devono ammorbidirsi e prendere colore.
Se una sola ‘infornata’ non basta, procedi con le successive in modo da grigliare tutte le fette di melanzana.
Mentre le melanzane si grigliano prepara un risotto bianco.
Lava e affetta metà della cipolla molto sottile.
Falla stufare in una casseruola con 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva e 2 cucchiai di acqua fredda.
Quando è morbida e ben rosolata, aggiungi il riso e fallo tostare fino a quando diventa traslucido.
Bagna con il vino bianco, lascia evaporare e porta il riso a cottura lasciandolo piuttosto al dente perché poi finirà di cuocere in forno, unendo poco alla volta il brodo vegetale (potrebbe non servire tutto).
Mentre il riso cuoce, lava i pomodorini, suddividili a metà se sono piccoli in 3 o 4 parti se sono un po’ più grandi eliminando i semini.
Sistema in una larga padella i pomodorini tagliati, il resto della cipolla affettata sottile, il peperoncino se ti piace e qualche cucchiaio di olio extra vergine di oliva.
Fai rosolare a fiamma alta per pochi minuti, fino a quando i pomodorini cominciano a disfarsi.
A fuoco spento sala e aggiungi le foglie di basilico lavate e spezzettate.
Elimina eventualmente il peperoncino e unisci i pomodorini al risotto. Aggiusta di sale e insaporisci con un pizzico di pepe se lo usi.
Riaccendi il forno a 180 gradi.
Componi gli sformatini: ungi ogni stampino con olio extravergine di oliva e disponi sul fondo e sulle pareti alcune fette di melanzana grigliata in modo da ‘foderare’ completamente lo stampo.
Metti all’interno dello stampo così foderato uno strato di risotto ai pomodori, uno strato di melanzane alla griglia e chiudi con un altro strato di risotto.
Metti gli sformati in forno già caldo per 15 minuti.
Sforna i risottini sui piatti e prima di servire condisci con un filo di olio extra vergine di oliva e qualche foglia di basilico fresco.    

EASY: è quasi un piatto unico che puoi servire la domenica per un pranzo veloce. Per risparmiare tempo, invece di preparare delle monoporzioni puoi infornare il risotto in un’unica teglia. Se ne avanza una porzione è ottimo per la pausa pranzo in ufficio del lunedì.





CHIC: primo piatto da pic nic. Metti gli stampini ancora caldi nel cestino, li sformerai a destinazione sui singoli piattini.

20 commenti:

  1. bentornata, questo sformatino è veramente appetitoso le melanzane accompagnano egregiamente ilrisotto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Enrica. A me le melanzane piacciono moltissimo e quando posso.. le metto dove capita. A presto!

      Elimina
  2. Ahhh come vorrei godermi pigramente un pic nic di quelli che davvero ti riconciliano con il mondo.. quanto ne avrei bisogno...! Elegantissimo il tuo sformato.. davvero di classe, dolce Anto!! Complimenti TVTB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Ely, grazie del tuo commento. Sono d'accordo con te, ci sono certe giornate che riconciliano con il mondo anche se in alcuni periodi sono piuttosto rare purtoppo. Un bacio.

      Elimina
  3. Me encanta se ve muy rico su timbal de berenjenas,saludos y abrazos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosita, le melanzane sono sempre un piatto goloso per me. A presto!

      Elimina
  4. Bentornata e alla grande con questa sfiziosità gustosissima, Antonella!
    Un abbraccio e a presto!
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Grazia, un abbraccio anche a te e grazie del commento. A presto!

      Elimina
  5. Adoro questi sformatini. La giusta scelta degli ingredienti l'hai fatta e il risultato è venuto davvero alla grande!
    http://ledeliziedelmulino.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao scusa se rispondo con motlo ritardo, benvenuta. Ho ricambiato con piacere la tua visita e mi troverai tra i tuoi lettori del tuo blog. Delizioso! A presto!

      Elimina
  6. Una ricetta bellissima nella sua semplicità, grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te del tuo commento Giuliana. A presto!

      Elimina
  7. Ciao tesoro ben ritrovata ! Eccomi qui dopo la pausa estiva a fare un giro tra le amiche :)
    Un saluto veloce per augurarti un ottima ripresa e un favoloso autunno!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alice, anche io sono rientrata da un po' ma solo adesso ho trovato il tempo per ricominciare tutto. Buon autunno anche a te! Un bacio grande.

      Elimina
  8. che voglia di fare un bel pic nic insieme a te....solo se porti queste piccole cocottine, però!!! ;)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simo, bentornata! Grazie di essere passata e a presto.

      Elimina
  9. un picnic con simili leccornie è un picnic veramente principesco, nulla a che vedere con quelle terribili teglie ricolme di pomodori con il riso che si intravedono ogni tanto nei picnic in spiaggia ! Terribili !
    Bentornata

    Roger

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roger, grazie! Mmh però che buoni i pomodori con il riso. A presto!!

      Elimina
  10. Che buoni!!! complimenti, bravissima, bellissima anche la presentazione, ciao, a presto ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anisja, grazie del tuo commento e a presto!

      Elimina