mercoledì 22 maggio 2013

Risolatte con fragole e pistacchi

Da piccola ero una vera peste per mangiare, tranne la frutta, il pane e la cioccolata non c’era niente che mi piacesse davvero. Credo che solo la pazienza di mia mamma abbia potuto sopportare i miei capricci ogni volta che ci sedevamo a tavola. Crescendo ho cominciato a mangiare tutto (o quasi) ma sono rimasta comunque un ‘tipo difficile’. Forse il mio pasto preferito è la colazione: nella giornata posso anche saltare tutti i pasti, ma non posso rinunciare ad una buona colazione, fatta come dico io, seduti a tavola, con qualcosa di caldo anche in piena estate e un po’ di scelta tra biscotti, torte e pane con la marmellata. Il pasto che mi è più antipatico è il pranzo nei giorni lavorativi. Mi porto sempre qualcosa da casa e non amo mangiare fuori perché .. appunto sono piuttosto difficile. I panini del bar mi vengono a noia e non mi piacciono granché, la pasta che preparano nei locali intorno all’ufficio è condita in modo che a me non va .. insomma ammetto di essere insopportabile. Dopo vari tentativi ho deciso di rinunciare a mangiare fuori, preferisco portare il mio piccolo ‘lunchbox’ da casa (faccio un’unica eccezione a questa regola, quando vado a Milano per lavoro e mi concedo un pasto specialissimo a base di yogurt e macedonia di frutta .. ma di questo parlerò un’altra volta). Spesso la mia pausa pranzo del venerdì per festeggiare l’inizio del fine settimana prevede qualcosa di dolce, quando fa freddo un mini muffin o un altro dolcetto del genere, in estate preferisco i dessert a base di frutta. Qualche anno fa mi ero fissata con questa crema di riso, poi l’ho dimenticata per un po’ e l’ho riscoperta di recente in una versione nuova, che non prevede la cottura del riso nel latte, ma nell’acqua. E’ più veloce da fare e a mio parere il gusto è del tutto simile e la consistenza ugualmente piacevole. Ne parlavo alcuni giorni fa a cena con amici ed ho scoperto.. che è un dolce che piace – pare - solo alle ‘signore’, i mariti (il mio incluso) non lo vogliono nemmeno assaggiare.

Questo dessert totalmente privo di cioccolato è dedicato a mia sorella che domani compie gli anni e NON mangia cioccolato.
Auguri !!!

RISOLATTE CON FRAGOLE E PISTACCHI



Ingredienti per 6 barattolini (io utilizzo quelli di vetro dello yogurt)


100 gr di riso Originario
120 gr di latte intero
80 gr di zucchero superfine tipo Zefiro
30 gr di panna
1 baccello di vaniglia
sale
200 gr di fragole
50 gr di zucchero a velo
20 gr di pistacchi di Bronte (peso già sgusciati)


Lava bene il riso sotto l’acqua per eliminare l’amido.
Mettilo in una pentola, coprilo di acqua fredda e inserisci il baccello di vaniglia aperto e un pizzico di sale.
Fai cuocere a fiamma bassa per 20 minuti (l’acqua si assorbirà quasi completamente, se dovesse asciugarsi troppo, aggiungi un bicchiere di acqua bollente durante la cottura).
Trascorso il tempo di cottura, scola il riso ed elimina la bacca di vaniglia.
Utilizzando un frullatore, frulla il riso con il latte, la panna e lo zucchero superfine (quello a velo ti servirà per le fragole).
Disponi il risolatte nei bicchierini o nei barattoli che vorrai usare e lascia raffreddare.
Lava le fragole, tagliale e pezzetti piccoli e condiscile con lo zucchero a velo. Lascia macerare per tutto il tempo di raffreddamento del riso.
Prima di servire aggiungi su ogni bicchierino di risolatte un cucchiaio di fragole ed una manciata di pistacchi spezzettati grossolanamente.

 

EASY:  per una dolce pausa pranzo in ufficio.



 

 
CHIC:  dessert per una cena in piedi. Puoi preparare su un vassoio i bicchierini con il solo risolatte e proporre vari ‘condimenti’: una coppa con le fragole, una salsiera con cioccolato fuso, del miele e frutta secca tagliata grossolanamente. Ogni invitato potrà comporre il proprio bicchierino-dessert come preferisce.

30 commenti:

  1. Io ho sempre mangiato tutto, anche da piccola, non mi ricordo di aver fatto qualche capriccio in particolare.
    E ora sono sempre curiosa di assaggiare cose nuove, mi piace conoscere le cucine di altri popoli e se vado all'estero di sicuro mangio i piatti locali.
    Buoni il tuo dessert, anche la presentazione mi piace!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Any, grazie di essere passata. A presto!

      Elimina
  2. Ho sempre mangiato quello confezionato ripromettendomi di preparlo da me, il tuo sembra delizioso!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuliana, anche io avevo iniziato con quello confezionati, poi ho provato a rifarlo a casa mischiando varei ricette e devo dire che il risultato mi è piaciuto. Provalo, se vuoi. grazie di essere passata!

      Elimina
  3. Ma che belli che sono... e che colori!!!! Lo sai che anche a me piace la colazione fatta con calma con tanta scelta davanti? E' un bel momento in cui quasi sempre c'è la famiglia al completo! Un bascione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Patty, io sono una fan della colazione, mi sembra che se inizio la giornata con calma tutto possa andare meglio (magari a volte non è così.. ma ci provo lo stesso!). Un bacio e a presto!

      Elimina
  4. è buonissimo, io l'ho mangiato con l'amarena invece delle fragole :P
    ♥ ♥ ♥ ♥ ♥
    Passa a trovarmi se ti va
    http://provarepercomprare.blogspot.it/
    http://dolcicreazionidiannalisa.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annalisa, benvenuta! Sono passata subito dal tuo blog.. una serie di capolavori incredibile. Sei bravissima. A presto!

      Elimina
  5. Mmmmhhhhh davvero interessante, ammetto di non aver mai assaggiato questo tipo di dolce. Grazie per la dritta lo farò quanto prima ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonietta, a me piace molto è un dolce semplice, ma che si presta ad essere 'condito' in vario modo. provalo se vuoi. Un abbraccio e grazie di essere passata!

      Elimina
  6. Come ti capisco anche io non mangio granchè quando sono fuori casa.Non conosco il riso latte, ma dalla foto, non mi sembra niente male!!! Anzi, proprio buono!!!! Grazie per l'idea. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanna, grazie a te di essere passata1 A presto!

      Elimina
  7. Ciao Antonella, davvero deliziosi questi bicchierini, è tantissimo che non mangio il risolatte, mi hai fatto venire una gran voglia!!! Bravissima!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely, anche io ne ho mangiato in quantità per un po' di tempo, poi .. me lo ero dimenticato e l'ho riscoperto di recente. A me piace moltissimo. Baci a te e grazie di essere passata!

      Elimina
  8. Ciao Antonella :) Questo dessert è un incanto, bello e goloso! :) I mariti non lo mangiano mai? Permettimi di dire che non capiscono niente, non sanno cosa si perdono! Eheeheh! :D ;) Proverò, complimenti e un abbraccio! :) :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale, concordo.. non sanno cosa si perdono!! Baci e a presto!

      Elimina
  9. Non so se piace solo alle donne, ma dalla foto è un vero spettacolo e sicuramente vale la pena provarla !
    Complimenti per la foto riuscitissima. La mia amica Angela afferma che i mariti come al solito non capiscono niente !

    Roger

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roger, provala, se avrai voglia e poi fammi sapere! Intanto la prossima settimana farò un altro 'test' con mio marito per vedere se riesco a convincerlo a mangiarlo. Grazie di essere passato e salutami Angela. A presto!

      Elimina
  10. è una versione di riso latte raffinata, una volta parecchi anni fa quando ero bambino, si faceva molto come dessert il riso latte oggi un po meno peccato perchè a me è ssempre stato gradito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gunther, grazie del commento! Anche a me il risolatte piace moltissimo. A presto!

      Elimina
  11. vraiment un régal bravo
    bonne soirée

    RispondiElimina
  12. Se ve absolutamente delicioso y muy Gourmet muy refinado me encantó,abrazos y abrazos.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosita, grazie. Baci anche a te e a presto!

      Elimina
  13. l'idea chic è fichissima!!!!!!!! Sono sconvolta del fatto che tua sorella non mangi cioccolato...io non potrei vivere senza :)
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caio Alice, si mia sorella è allergica al cioccolato e non lo può mangiare. Per me sarebbe una tortura. Posso rinunciare a qualsiasi cosa dolce ma non al cioccolato! A presto e grazie!

      Elimina
  14. Complimenti per la presentazione, rende il risolatte ancora più invitante!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, benvenuta e grazie di essere passata di qui. Ho ricambiato la vaisita al tuo blog mi troverai tra i tuoi lettori. A presto!

      Elimina
  15. Ciao cara, volevo informarti che ieri è stata decretata la vincitrice del mio contest "viaggio nel gusto"...vieni a scoprire chi è!
    Ti ricordo inoltre che a tutte le partecipanti al mio contest è stato gentilmente offerto dagli amici di Altracasakft un buono sconto per le tue prossime vacanze...vieni a scoprire come riceverlo!
    Ti aspetto!
    http://squisitocooking.blogspot.it/2013/05/viaggio-nel-gustothe-winner-is.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie ancora per aver organizzato questo contest così carino. A presto!

      Elimina