lunedì 10 dicembre 2012

Bigné salati al Camembert

Natale si festeggia a Siena a casa dei miei genitori. La mia famiglia è sparpagliata per mezza Italia e trovarsi a Siena a casa di mamma e papà è bello e comodo per tutti. Noi siamo abituati a festeggiare il 24 a cena, si inizia nel pomeriggio quando finalmente ci si ritrova tutti insieme, si prosegue con l’aperitivo prima di cena e poi si passa a tavola, dove si rimane .. finchè ci va! La cena è lunga, inframezzata da tante chiacchiere e questa è la vera festa. Non abbiamo un ‘menu della tradizione’, mia mamma in cucina è molto brava e fantasiosa. Come me, si diverta a sperimentare cose nuove (so che sta già facendo le sue ‘prove’ in questi giorni) e il menu è top secret fino al momento di andare a tavola. Scoprirlo lì per lì fa parte del divertimento e della festa. Anche se – naturalmente – ci sono dei piatti che non possono mancare sulla nostra tavola di Natale: i tortellini fatti in casa e i dolci senesi, panforte bianco, panforte nero e ricciarelli, che mio papà ha il compito di acquistare .. dove dice lui! Il resto è sorpresa.
Ma io non rinuncio certo al divertimento di preparare una nostra cena di Natale. E infatti organizzo per noi una ‘cena natalizia’, di solito intorno al 20. Anche se con qualche giorno di anticipo e senza ospiti è una  vera festa di Natale, con il menu ‘delle occasioni’ e la tavola illuminata dalle candele. Anche a me piace preparare sempre qualcosa di nuovo e non ho piatti ‘obbligati’ e fissi. Il menu di quest’anno (che mio marito non deve conoscere in anticipo) è quasi definito e inserito nella mia cartellina ‘di lavoro’ Natale 2012. Nel preparare il nostro menu di Natale, mi sono venute tante idee e avrei voluto inserire qui tante ricette. Ma so che avrò poco tempo e quindi spero di riuscire a preparare, fotografare e postare almeno una cena completa: antipasto, primo, secondo con contorno e dolce, in modo da comporre una specie di menu ideale delle feste (senza ovviamente la pretesa che sia un menu composto secondo tutte le regole, che non conosco bene ,anche se mi sforzo di .. studiarle!). Solo così, per contribuire con qualche idea alle migliaia di menu di Natale che viaggiano in questo momento sulla rete. Questo è il mio:

«  Bigné salati al camembert
«  Risotto con fonduta e carciofi
«  Orata in crosta di patate con finocchi al forno
«  Insalata con melagrana
«  Bavarese all’arancia con salsa al cioccolato

Non possono mancare: pane fatto in casa,  ricciarelli e panforte a fine pasto, mini meringhe e tartufi al cioccolato con il caffè.

Inizio dall’antipasto (spero di farcela a postare tutte le ricette) con questi bigné salati, che sarebbero più carini e decorativi spennellati di burro fuso e cosparsi di nocciole tostate e tritate grossolanamente. A me non piace il sapore del burro e - poiché dopo la foto li abbiamo mangiati - li ho lasciati ‘nature’, ma se non avete il mio problema, vi consiglio questa soluzione.
La ricetta della pasta choux è tratta da questo fantastico libro.



BIGNE’ SALATI AL CAMEMBERT



 Ingredienti per 12 bigné

Per la pasta choux:
40 gr di burro
120 ml di acqua
70 gr di farina 00
2 uova
1 bel pizzico di sale

Per la farcitura:
100 gr di camembert
6 cucchiai di latte
30 nocciole private del guscio e tostate (qualcuna in più se decidi di utilizzarle anche per guarnire la superficie dei bignè)
15 gr di burro (per lucidare la superficie se ti piace)

Prepara i bigné (li puoi preparare il giorno prima).
Accendi il forno a 190 gradi e rivesti una teglia con carta da forno.
Versa l’acqua in una casseruola, mettila sul fuoco e aggiungi il burro a pezzetti.
Lascia sciogliere il burro e porta il composto ad ebollizione.
Togli la casseruola dal fuoco, versa la farina nel composto in un’unica volta e mescola energicamente con un cucchiaio di legno.
Devi ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Rimetti la casseruola sul fuoco e lascia cuocere la ‘polentina’ per 2/3 minuti, mescolando sempre. Quando la pasta si stacca bene dalle pareti della pentola, togli dal fuoco e metti l’impasto in una ciotola di vetro.
Lascia intiepidire qualche minuto, poi aggiungi le uova una alla volta, mescolando bene con un cucchiaio di legno fino a quando sono completamente incorporate.
Metti la pasta choux in un sac à poche con bocchetta liscia e forma dei piccoli mucchietti – distanziandoli - direttamente sulla teglia che hai preparato prima.
Metti in forno caldo per 20 minuti, fino a quando i bignè risultano gonfi e dorati.
Al momento di farcirli prepara il ripieno con il formaggio.
Trita grossolanamente le nocciole.
Metti in una piccola casseruola il camembert tagliato a pezzetti e il latte e fai sciogliere a bagnomaria, lentamente, fino ad ottenere una crema vellutata.
Aggiungi le nocciole al formaggio.
Togli la calotta ai bigné (senza romperla), farciscili con la crema di formaggio e nocciole, richiudili e passali un attimo in forno caldo prima di servirli (eventualmente spennellati con burro fuso e nocciole tritate).


EASY: aperitivo in piedi: preparali piccoli, sistemali in un vassoio, ciascuno con il proprio spiedino di bambù e servili come aperitivo ( il termine finger food non mi piace molto, preferisco amuse bouche) con vino bianco o prosecco.


  

CHIC: antipasto per una cena seduta: sistema tre bigné nel piatto di ciascun ospite, accompagnati da un ‘ventaglio’ di fettine sottili di pera (a me piace la qualità Decana) condite con un filo di miele e pepe macinato al momento.

27 commenti:

  1. Che lusso, dolce Anto.. una vera raffinatezza! E che bel menù, che bell'atmosfera deve esserci nella tua casa..ti stringo forte e ti mando un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Ely, sei un vero tesoro, come sempre. Ricambio il bacio con affetto. A presto!

      Elimina
  2. mi piace questo menù e questi bignè sono una delizia! Che bello poter passare il Natale con la famiglia riunita questa è la vera festa!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  3. Ciao Alice, sono d'accordo, la vera festa è poter stare almeno ogni tanto tutti insieme. Peccato che passi sempre tutto in un attimo. Grazie della visita e a presto!

    RispondiElimina
  4. mi sa tanto che questa idea farà parte di uno dei miei pranzi!!!!essendo per metà francese adoro il camembert....bravissima un saluto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sono d'accordo i formaggi francesi sono buonissimi, io li metterei ovunque! Grazie di essere passata di qui. A presto!

      Elimina
  5. Davvero festeggerete il 24? Da noi invece si usa solo il giorno di Natale :-)
    Splendida ed elegante in entrambe le versioni, come del resto tutte le tue ricette, baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely, si noi festeggiamo da sempre il 24, non credo che sia una trdizione toscana, è proprio la mia famiglia che ha questa abitudine.Baci e a presto!

      Elimina
  6. ma che belli...sono così delicati nella presentazione...ottimi per natale!
    bacione grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Penso che con il burro fuso e le nocciole sopra siano ancora più carini...Grazie di essere passata! A presto.

      Elimina
  7. Anche da noi si usa festeggiare la sera del 24 e poi ovviamente il 25.
    Ottima idea per un antipasto sfizioso! Brava.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Any, grazie di essere passata. Allora non siamo gli unici a festeggiare il 24!!! Baci e a presto.

      Elimina
  8. una vera sfiziosità, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, mi sono molto divertita a farli, adoro la pasta choux. Grazie e a presto.

      Elimina
  9. Carinissimi questi bignè... Complimenti!
    Ciao Susy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, grazie di essere passata di qui. Ti abbraccio.

      Elimina
  10. I bignè...ce la posso fare ! Ottima idea per l'aperitivo. Adesso aspetto di vedere l'orata in crosta che mi ispira assai...sono giusto alla ricerca di idee per la cana degli auguri con gli amici

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si che ce la puoi fare con i bigné, se ce l'ho fatta io.. è una garanzia! Per l'orata spero di riuscire all'inizio della prossima settimana a postare la ricetta. Ciao cara Cristina!

      Elimina
  11. un vrai délice bravo
    bonne soirée

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fimère. Je viens de voir ta mousse... merveilleuse! Merci de ta visite et à bientot!

      Elimina
  12. Antonella che brava!!!! Questi bignè sono una bellissima idea:) io pe il primo anno faccio pranzo a casa nostra e ancora non so che fare .... Spero di riuscire ad organizzarmi :)
    Un bacione cara

    RispondiElimina
  13. Ciao Ombretta, allora in bocca al lupo per il tuo primo natale a casa, sono certa che farai qualcosa di bellissimo! Baci e a presto.

    RispondiElimina
  14. Ciao Antonella, ho visto il tuo blog è bellisimo!!! i bignè sono perfetti, come tutto il resto, mi unisco subito ai tuoi lettori.
    Tantissimi complimenti
    a presto
    flora

    RispondiElimina
  15. Bellissimi questi bignè Antonella, veramente incantevoli! Che bello che hai raccontato dell'usanza della tua famiglia per Natale.... un bascio e buoni esperimenti!

    RispondiElimina