martedì 24 aprile 2012

Pan focaccia al formaggio e mille grazie


Innanzi tutto grazie a tutte voi che siete venute a curiosare su Cioccomela. SII!! Effettivamente è una cosa molto simpatica vedere che il numero dei lettori aumenta. Tutte voi siete passate dal vostro primo post e .. insomma, sapete che viene una specie di mania.. guardavo continuamente se qualcuno si era collegato alla mia prima ricetta. Quindi ancora GRAZIE!
La seconda ricetta che inserisco è una preparazione salata, non posso definirlo un pan brioche perché non ha burro, ma solo olio ed una lavorazione molto semplice, un solo impasto e una sola lievitazione. Il risultato a mio parere è comunque soffice e gradevole.
Impastare è una delle mie attività preferite in cucina, legata a bellissimi ricordi di bambina, quando mia mamma (che è un’ottima cuoca) ci preparava la pizza fatta in casa e io e mia sorella arrampicate su due sedie pasticciavamo, con la nostra dose di acqua e farina, una ‘pizza’ che veniva cotta e per fortuna (!!) servita solo alle bambole.

Ma ecco la ricetta:

PAN FOCACCIA AL FORMAGGIO


Ingredienti :

250 gr di farina 00
1 cucchiaino da caffè di zucchero
1 cucchiaino da caffè di sale
25 gr di lievito di birra
35 ml di olio di semi (io ho utilizzato un olio di semi di mais biologico)
1 uovo
2 cucchiai da tavola di parmigiano grattugiato
120 ml di latte
120 gr di groviera tagliato a cubetti

Metti la farina in una ciotola e condiscila con il sale.
Scalda leggermente (deve essere appena tiepido) il latte.
Utilizza 75 ml di latte tiepido per sciogliere il cubetto di lievito e lo zucchero e metti da parte il resto.
Aggiungi alla farina il latte con il lievito e impasta poco con una forchetta.
Aggiungi l’uovo, l’olio e il parmigiano e impasta nella ciotola, aggiungendo poco alla volta il latte, in modo da ottenere un impasto morbido ed elastico come quello della pizza. Regolati con la quantità di latte da aggiungere per non ottenere un impasto troppo liquido o viceversa troppo denso.
Trasferisci l’impasto sulla spianatoia e lavoralo per alcuni minuti, fino ad ottenere una palla liscia.
A questo punto aggiungi i cubetti di formaggio, incorporandoli poco alla volta nell’impasto.
Lascia lievitare la pasta per  un’ora e trenta, due al massimo, deve raddoppiare di volume. Se dopo i primi 45 minuti l’impasto non è cresciuto molto (è pesante) termina la lievitazione nel forno spento, preriscaldato a 50 gradi.
Cuoci in forno già caldo (220 gradi) per 30 minuti. Se la superficie si colora troppo, negli ultimi 10 minuti copri con un foglio di allumino.



  
EASY: nel cestino del pic nic, accompagnato da affettati e fettine di formaggio piccante.

CHIC: invece di cuocere un’unica pagnotta, suddividi l’impasto in stampini individuali (tipo quelli da creme caramel in alluminio) e servi come antipasto accompagnato da burro salato e fettine di salmone affumicato. In questo caso invece del groviera, utilizza un formaggio dal gusto meno deciso, per esempio pezzetti di scamorza fresca.

8 commenti:

  1. Bella questa brioche, l'uso dell'olio taglia il colesterolo, ma non il gusto, mi piace anche l'idea della monoporzione, ora impazzano, ma sono veramente molto belle e soprattutto mooolto comode!Bacioni!

    RispondiElimina
  2. Che bella questa ricetta
    da provare ciao

    RispondiElimina
  3. Ciao Antonella, ti ho trovata dal blog di Csaba, ehssì il controllo degli accessi diventa una droga, fattene una ragione :)
    il tuo blog mi pare molto carino, ti invidio le foto, brava!
    infine, credo che siamo proprio tante ad esserci innamorate della cucina seguendo le nostre mamme o le nostre nonne!
    in bocca al lupo

    angela@momsinthecity

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Angela, benvenuta. L'autore delle foto è mio marito, io non sarei così brava e ho chiesto la sua collaborazione. Si, si il mio amore per la cucina è merito di mia mamma che è bravissima e piena di fantasia. A presto!!
      Antonella.

      Elimina
  4. mm deve essere molto buono.. proverò!! e ti seguo anche !!!
    un saluto carissima,
    http://smaltipentoleerockandroll.blogspot.it

    RispondiElimina
  5. come al mio solito ho modificato la ricetta a secondo di cosa avevo in casa:
    -lievito in grani poi l'impasto identico; come formaggio avevo del pecorino e del formaggio da spalmare e infine ho aggiunto la patata grattugiata. lo sò non è per niente uguale ma ho appena visto RATATOUILLE e mi sentivo un po GOUSTO!
    speriamo in bene........

    RispondiElimina